AIUTO! VOGLIO LA MOTO! MA NON SO QUALE PATENTE MI SERVE…

AIUTO! VOGLIO LA MOTO! MA NON SO QUALE PATENTE MI SERVE…

La situazione non è caotica, così come potrebbe apparire ad una prima veloce “occhiata”.

In realtà, qualsiasi utente, al momento della ricerca dello scooter o della moto dei propri sogni,

si potrebbe trovare imbrigliato in una serie di importanti considerazioni da fare:

È davvero il veicolo che desidero? È forse troppo per le mie attuali capacità? È troppo pesante? Vale davvero il prezzo che costa? Manterrà nel tempo un buon valore di mercato?

A queste ed a tante altre domande, giustamente, dovremo dare una risposta ma, la prima di queste, dovrà essere:

Quale patente dovrò conseguire?

Sicuramente la risposta corretta, in relazione alle necessità di ognuno, la troverai sicuramente, affidandoti ad un professionista vero, ad un’autoscuola all’interno della quale vi siano delle pronte e sicure risposte alle tue esigenze, ma soprattutto istruttori che conoscano ed amino il mondo delle 2 ruote, da poterti aiutare non a superare un esame solamente, ma a prepararti in sicurezza ad inserirti nel traffico con una discreta sicurezza.

L’attuale normativa è in vigore dal 19 gennaio 2013, essa è tuttora invariata, a parte alcune novità introdotte nel 2015 con l’entrata in vigore della Legge n.115 del 29 luglio, che ha modificato alcuni articoli del Codice della Strada. Vediamo quindi come è composta la categoria delle patenti “A”, dalla AM per i ciclomotori, alla A senza limitazioni.

È doveroso, prima, individuare però le “caratteristiche” delle patenti moto, rilasciate PRIMA DEL 19 gennaio 2013:

  • Il “patentino” per la guida del motorino era denominato Certificato di Abilitazione Guida ciclomotori CIGC, equivalente dell’attuale patente AM;
  • La patente A (rilasciata entro il 31 dicembre 1985), è equiparata alla nuova patente A ed abilita alla guida dei veicoli di categoria AM, A1, A2, A;
  • La patente A (rilasciata dal 1 gennaio 1986 al 25 aprile 1988), abilita alla guida degli stessi veicoli, ma, specificatamente alla categoria A, esiste un’importante restrizione alla guida all’estero, quindi per poter condurre questi veicoli, è necessario sostenere la specifica parte tecnica dell’esame di guida, relativa al percorso tra i birilli, non è necessario effettuare la parte pratica su strada;
  • La patente A1 (rilasciata entro il 30 settembre 1999), abilita alla guida dei veicoli di categoria AM, A1, A2, A;
  • La patente A1 (rilasciata dopo il 30 settembre 1999), abilita esclusivamente alla guida dei veicoli AM ed A1.
  • Scopriamo a questo punto che moto potrai guidare.

    PATENTE AM

    Età minima 14 anni;

    abilita a condurre tutti i CICLOMOTORI con cilindrata di 50 cc (oppure elettrici con potenza massima di 4 kw) e velocità massima di 45 km/h, con 2-3 ruote (tricicli) oppure 4 (quadricicli leggeri con massa massima di 425 kg, ad esempio i quad su strada). In quest’ultimo caso, se il quadriciclo leggero è utilizzato per trasporto merci o persone (microcar), la potenza massima sarà di 6 kw.

    Per essere abilitato, in questo caso dovrai sostenere un esame tecnico teorico a quiz in un tempo di 25 minuti massimo, con 30 domande a risposta Vero o Falso con un massimo di 3 errori ed un esame tecnico pratico su piazzale (abilità tra i coni) e in strada.

    n.b. La tipologia di ciclomotore che potrai utilizzare dipenderà dalla tua richiesta in sede di iscrizione al corso di guida, quindi dal tipo di veicolo utilizzato durante la prova pratica.

    Se ad esempio la tua necessità è quella di utilizzare un ciclomotore a presa diretta (scooter), sulla facciata posteriore della tua patente sarà trascritto il codice 78 GUIDA AUTOMATICA.

    Ricorda ancora che fino al compimento di anni 16 la tua patente avrà valore SOLAMENTE in Italia.

    PATENTE A1

    Età minima 16 anni;

    abilita a condurre ciclomotori, MOTOCICLI con cilindrata non superiore a 125 cc, potenza massima 11 kw e rapporto potenza/massa non superiore a 0,1 kw/kg;

    tricicli con potenza massima inferiore a 15 kw ed anche macchine agricole con limiti di sagoma e di massa dei motoveicoli (larghezza massima 1,6 m; lunghezza 4 m; altezza 2,5 m e massa complessiva non superiore a 2,5 ton).

    Attenzione però, non è consentita la guida di quadricicli.

    Per essere abilitato, in questo caso dovrai sostenere un esame tecnico teorico a quiz in un tempo di 30 minuti massimo, con 40 domande a risposta Vero o Falso con un massimo di 4 errori ed un esame tecnico pratico su piazzale (abilità tra i coni) e in strada.

    n.b. conseguire questa tipologia di patente comporta dei vantaggi, primo dei quali poter accedere alla GA (guida accompagnata) a 17 anni, poi per il futuro conseguimento della patente di categoria B dover sostenere solamente l’abilitazione pratica.

    PATENTE A2

    Età minima 18 anni;

    abilita a condurre ciclomotori, MOTOCICLI con potenza massima di 35 kw e rapporto potenza/massa non superiore a 0,2 kw/kg e che non siano derivati da una versione che sviluppi più del doppio della potenza massima consentita;

    tricicli con potenza massima 15 kw (al compimento di anni 21 anche superiori);

    macchine agricole con limiti di sagoma e di massa dei motoveicoli (larghezza massima 1,6 m; lunghezza 4 m; altezza 2,5 m e massa complessiva non superiore a 2,5 ton).

    Attenzione però, non è consentita la guida di quadricicli.

    Per essere abilitato, in questo caso dovrai sostenere un esame tecnico teorico a quiz in un tempo di 30 minuti massimo, con 40 domande a risposta Vero o Falso con un massimo di 4 errori ed un esame tecnico pratico su piazzale (abilità tra i coni) e in strada.

    n.b. effettuerai ESCLUSIVAMENTE la prova pratica se sei già in possesso della patente di categoria A1 oppure B.

    PATENTE A

    Età minima 24 anni (oppure dopo 2 anni di possesso della categoria A2);

    abilita a condurre tutti i ciclomotori;

    tutti i motocicli;

    tricicli con potenza massima 15 kw (al compimento di anni 21 anche superiori);

    macchine agricole con limiti di sagoma e di massa dei motoveicoli (larghezza massima 1,6 m; lunghezza 4 m; altezza 2,5 m e massa complessiva non superiore a 2,5 ton).

    Attenzione però, non è consentita la guida di quadricicli.

    Per essere abilitato, in questo caso dovrai sostenere un esame tecnico teorico a quiz in un tempo di 30 minuti massimo, con 40 domande a risposta Vero o Falso con un massimo di 4 errori ed un esame tecnico pratico su piazzale (abilità tra i coni) e in strada.

    n.b. effettuerai ESCLUSIVAMENTE la prova pratica se sei già in possesso della patente di categoria A1, A2 oppure B.

    PATENTE B1

    Età minima 16 anni;

    abilita a condurre tutti i ciclomotori;

    QUADRICICLI non leggeri con massa a vuoto fino a 400 kg (600 kg per trasporto merci)

    n.b. questa è la specifica patente per la guida di quad di una certa potenza.

    Spero di esserti stato d’aiuto, sempre in condizioni di massima sicurezza, divertiti responsabilmente

     

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *